• alterhub

PRIDE: È ANCORA IMPORTANTE PARLARNE?

Giugno è diventato il mese del Pride, un periodo molto importante per la comunità LGBTQ+ in cui si riportano all’attenzione tutte le lotte che la comunità sta combattendo ogni giorno. Ormai non si parla più di Gay Pride ma solo di Pride, un termine che vuole celebrare l’orgoglio, i diritti e le forze usate per contrastare ogni forma di violenza.



COM’È NATO IL PRIDE?

Durante la notte tra il 27 e il 28 giugno 1969 nel locale gay Stonewall Inn di New York, 8 agenti fecero irruzione nel locale prendendo generalità, arrestando o accanendosi verso i frequentatori di questo pub. In questa occasione moltissime persone si ribellarono iniziando una vera e propria rivoluzione che è arrivata fino ad oggi.

Un anno dopo parte il primo Gay Pride a New York, al quale parteciparono tra le 5 mila e le 10 mila persone. Il 28 giugno diventa così la giornata dell’orgoglio LGBTQ+.

MA ESATTAMENTE CHE COS’È IL PRIDE?

Molti lo considerano una carnevalata a causa dei mille colori e dei costumi eccentrici dei partecipanti ma in realtà è molto di più. L’essenza del pride risiede nel marciare contro lo stigma sociale, le discriminazioni e la violenza nei confronti della comunità LGBTQ+, nel promuovere i diritti di uguaglianza e celebrare la diversità sessuale e la varietà di genere.

Simbolo ormai noto a tutti è la bandiera arcobaleno diventata un vero e proprio simbolo di tutta la comunità LGBTQ+.

MA È ANCORA IMPORTANTE CELEBRARE IL PRIDE?

Assolutamente sì. Ricordiamo che la manifestazione del Pride è solamente la punta dell’iceberg. In tutto il mese di giugno vengono celebrate la diversità, l’uguaglianza e il rispetto di tutte le persone, a prescindere dal proprio orientamento sessuale o dal proprio genere.

Purtroppo ci sono ancora molte discriminazioni e violenze verso la comunità LGBTQ+ e per questo è necessario doverne parlare e poter manifestare per far emergere sempre di più le difficoltà che tutt’ora sono presenti nel mondo e cercare di eliminarle.

PRIDE E COVID-19

A causa della pandemia, anche il Pride non verrà svolto quest’anno. Ma grazie alla tecnologia, sarà possibile celebrarlo a casa propria. Si terrà il 27 giugno in streaming il Global Pride Event in cui parteciperanno molte organizzazioni LGBTQ+ mondiali. Basterà seguire Gobal Pride 2020 sulle varie pagine social.

21 visualizzazioni

MAPPA DEL SITO

UTILITÀ

Viale Europa 101, 50126
Firenze
Dott.ssa Sara Rosato - 320/8606875
Dott. Antonello Deriu - 371/3012706
Codice fiscale
94287110483